Studio topografico della cornea

  • Studio topografico della cornea

    La topografia corneale è una tecnica medica oculistica per la mappatura della curvatura superficiale della cornea, la lente trasparente dell'occhio. Considerando che la cornea è normalmente responsabile di circa il 70% della capacità refrattiva dell'occhio, fondamentale per la messa a fuoco, la topografia corneale è di fondamentale importanza per una corretta valutazione della messa a fuoco dell'occhio oltre che della salute della cornea.

    Valutazione della topografia

    Solitamente per ottenere un'accurata topografia si utilizza la riflessione del film lacrimale precorneale. Ponendo un pattern di luci dalla forma conosciuta davanti alla cornea e guardandone il riflesso è possibile notare che questo viene deformato. Acquisendo il riflesso luminoso del pattern di luci proiettato sulla cornea, con una complessa elaborazione digitale, è possibile identificare esattamente la forma della cornea stessa grazie alle distorsioni che questa ha prodotto sul pattern di luci originale.

    Il topografo è formato principalmente da un proiettore di un'immagine luminosa, da una fotocamera digitale, e da un potente software di elaborazione delle immagini. 

    Dal punto di vista clinico vari aspetti sono importanti. Una cornea sana è simmetrica e regolare. Una forte irregolarità può essere il risultato di un danneggiamento della cornea, derivare da una lente a contatto non adeguata per l'occhio, ecc. Una forte differenza di curvatura nei 2 assi corneali è detta astigmatismo e produce una distorsione delle immagini correggibile con lenti oftalmiche. La forma della cornea è importante per la determinazione della lente a contatto più idonea per l'occhio. Una patologia di cui la topografia è in assoluto il sistema diagnostico d'eccellenza è il cheratocono.